Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Palazzo Vinci

Categoria Territorio, Da visitare, Palazzi ed edifici storici

Il palazzo è fra i più antichi e più belli di Parabita. La parte centrale è quella originale e sugli estradossi presenta scolpite due teste, una maschile e una femminile ...

Il palazzo è fra i più antichi e più belli di Parabita. La parte centrale è quella originale e sugli estradossi presenta scolpite due teste, una maschile e una femminile, che potrebbero rappresentare i primi propietari che vi abitarono. La dimora era arricchita di un vastissimo giardino che confinava con la "strittola la Dragona" (successivamente La Trona) che conduceva al rione Montella. Nell'Ottocento, parte del giardino fu utilizzato per creare una strada di collegamento con il rione Montella in maniera comoda e la parte più a Nord fu data in dote (o venduta ?) a Vincenzo Contursi. Vi nacque Gaetano Vinci, figlio del notaio Giuseppe, che fu sovrintendente nella ripartizione delle quote del bosco Belvedere e il figlio Giovanni che fu tra i fondatori della Banca Popolare di Parabita. Nel secolo passato visse il Geometra Salvatore Vinci che nel 1936 completò il Santuario di Maria SS. della Coltura con la costruzione dell'abside.

Testo e foto sono tratti dal libro "Parabita nel '700" di O.Seclì. Ed.: Il Laboratorio-Parabita

  • Info e recapiti

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
Torna a inizio pagina