Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Cardi alla tajeddhra (Germogli di cardo da carciofo alla teiera)

  • Tipo di portata: Portate
  • Difficoltà:

Prima di iniziare...

Ingredienti

Germogli di cardi; foglie di cipolla; formaggio pecorino Gavoi grattuggiato, olio d'oliva e peperoncini.

Preparazione

Spezzettare i gambi dei germogli di cardo, sfilacciarli e sbollentarli a meno di mezza cottura. Prepararli a strati (una volta si faceva nei recipienti di terracotta) in una padella di media grandezza spolverandoli col formaggio e metterli a cuocere a fuoco lento aggiungendo un po' d'acqua di cottura. Preparare a parte soffritto di olio d'oliva con le code di cipolla spezzettate (nell'antica ricetta lo si faceva insieme a cotichette di maiale) e un paio di peperoncini; quando il tutto si è abbastanza indorato versarlo sui cardi in cottura. Aggiungere sale q.b., coprire e far continuare a fuoco lento fino a completa cottura.
(La medesima ricetta si può preparare con le verze)

Torna a inizio pagina